Avvisi Gite

Avviso Maggio 2021

Pubblicato il

Finalmente si riparte!!!

Nel rispetto delle regola e con le dovute cautele riprendiamo il nostro programma carichi di entusiasmo e voglia di ritrovarsi!

 

SABATO 1 MAGGIO: CORNABUSA

Come da ormai “antica” tradizione viene proposto il consueto pellegrinaggio alla Cornabusa.

Informiamo che la messa è prevista al santuario della Corna Busa alle ore 11, per evitare assembramenti durante il percorso lasciamo liberi orari di partenza e itinerario per raggiungere la meta. Segnaliamo però l’iniziativa come significativo momento di ripartenza.

 

DOMENICA 9 MAGGIO: MONTE CABIANCA – CANALE NORD

Proponiamo questa cima delle Orobie dal classico itinerario invernale: il canalino Nord.  Partenza alle ore 5.30 dal parcheggio del cimitero di Almenno S.S. in direzione Carona (m. 1200 circa). Da qui si sale per la sterrata del rifugio Calvi fino a giungere in poco meno di 2h alla diga del Fregabolgia (m. 1950); attraversiamo ora la diga passeggiando lungo l’ampio fronte che chiude il lago di Fregabolgia fino ad arrivare all’estremità opposta. Da qui, si risale il dosso coperto da larici che abbiamo di fronte, saliti qualche decina di metri si tende a piegare verso destra entrando in un ampissimo vallone ondulato che scende direttamente dalle pendici del Cabianca ed al cui centro si trova l’evidentissimo canale Nord da risalire. Si rimonta il vallone fino a portarci sotto il canale per poi risalirlo restandone sul lato sinistro (salendo), la pendenza aumenta in maniera costante fino a raggiungere i 40-45° verso la fine della salita, nei pressi della quale conviene spostarsi al centro. L’uscita dal canale avviene sulla parte destra, al limite della cornice che solitamente lo sovrasta. Giunti sulla cresta andiamo verso sinistra e su facile terreno nevoso si guadagna la croce di vetta (m. 2601). Magnifico il panorama sulla conca del Calvi e le cime che lo sovrastano. Per la discesa in base alle condizioni della neve si valuta per il ritorno dal canale, piuttosto che dallo spallone del Cabianca o anche per la costa fino al passo d’Aviasco e la valle dei Frati. Materiale: picozza, ramponi, casco, imbrago. In caso di meteo incerto o condizioni non ottimale la meta può subire variazioni a discrezione dei capo – gita. Telefonare ai referenti per conferma.

Dislivello: 1400 metri circa – Tempo di salita: 3h 30 minuti / 4h. Difficoltà: F.

Per informazioni: Giorgio Maestroni (3356626590) – Zanardi Dario (3334112343)

 

DOMENICA 16 MAGGIO: SENTIERO DEI GRANDI ALBERI DA BRUMANO

Ritrovo e partenza alle ore 8.00 dal parcheggio del cimitero di Almenno San Salvatore in direzione Brumano. Lasceremo l’auto alla sbarra (strada che da Brumano va a Fuipiano – mt.1.135). Da qui avrà inizio la nostra escursione ad anello, attraverso sentieri boschivi e strade bianche, che ci porterà alla scoperta di un itinerario avvincente nella Foresta Regionale ‘’Monte Resegone’’, a due passi da casa. A stupirci saranno veramente i grandi alberi ed un paesaggio ancora abbastanza ben conservato. Altezza massima mt.1.363 alla Costa del Palio e minima mt.1.068 a Morterone. 

Difficoltà: T2 – tempo di percorrenza  ore 5,00 circa

Per ulteriori informazioni Lorenzo Rota (334 7704766) – Alberto Zappetti (328 0442061)

 

DOMENICA 23 MAGGIO: MONTE GUGLIELMO – GIRO AD ANELLO

Partenza alle ore 6.30 dal parcheggio del cimitero di Almenno San Salvatore con direzione Zone (BS); giunti al paese posto in posizione panoramica sul lago d’Iseo si segue la strada fino dopo la chiesa per parcheggiare nei pressi del cimitero (m. 660). Da li si scende leggermente tramite sentiero e si imbocca la sterrata con indicazione “bosco degli gnomi”; si entra nel bosco e si segue la sterrata accompagnati da numerose sculture di legno, molto caratteristiche e ben tenute, il bosco degli gnomi termina a circa 1000m. Da questo punto si segue sempre l’evidente carrareccia che con numerosi tornanti sale regolarmente per il crinale, il bosco si dirada e si apre il panorama sul lago e sulle montagne circostanti. Dopo circa 3h 30 min di cammino si giunge alla cima del Monte Guglielmo (m. 1948) preceduta dal rifugio Almici; dalla vetta il panorama va dall’Adamello fino agli Appennini. Dalla cima si segue verso nord il crinale erboso fino al Dosso Pedalta (m. 1957), che è il punto più alto del monte e da li si segue fedelmente il tracciato in cresta toccando Punta Caravina, Malga Agolo e Malga Aquina con panorama da un lato la Val Trompia e dall’altro il lago d’Iseo fino a raggiungere in discesa il Passo Croce di Zone. Da questo punto, antico valico che metteva in comunicazione Lago d’Iseo e Valle Camonica, spartiacque di molti sentieri si segue la sterrata che è l’antica strada Valeriana e in circa 30 minuti si torna al punto di partenza chiudendo l’anello.

Dislivello: 1395 m. Tempo di cammino: 6 h circa. Difficoltà: T3. Nessuna difficoltà tecnica ma richiesto buon allenamento. Per ulteriori informazioni: Claudio Locatelli (334 5236190)

 

DOMENICA 30 MAGGIO: POSCANTE – CANTO BASSO

Ritrovo e partenza alle ore 8 dal parcheggio del cimitero di Almenno San Salvatore in direzione Poscante (mt.410). Lasciata l’auto nella piazza delle scuole elementari si prende la strada che poco dopo ci introdurrà in un ambiente boschivo di carpini, betulle e pini. Il sentiero sale, con scorci panoramici sulla valle, e dopo avere superato due baite (mt.651) si arriva alla Forcella di Nese (mt.840) spartiacque tra le valli Brembana e Seriana. Per facile sentiero raggiungeremo i prati del Canto Basso (mt.900). Da qui inizierà la discesa; dapprima in un fitto bosco che poco più a valle lascerà il posto ai primi vecchi castagni, quali segni dell’antica pratica della coltivazione ora abbandonata. Con il diradarsi del bosco ecco i nuclei di Ripa e poi di Castegnone che in breve ci riporteranno al luogo della partenza. Rientro nel pomeriggio.

Difficoltà: T1 – tempo di percorrenza 3 / 4 ore

Per ulteriori informazioni Lorenzo Rota (334 7704766) – Alberto Zappetti (328 0442061)